Alleanza Mediterranea Oncologica in Rete
EASL 2017
Gastroenterologia Xagena
AASLD

Impatto della infezione occulta da virus della epatite B sugli esiti della epatite C cronica


L’infezione occulta da virus dell'epatite B ( HBV ) si verifica frequentemente nei pazienti con epatite C cronica da virus dell'epatite C ( HCV ), ma l'influenza della infezione occulta da virus dell'epatite B sull’esito della epatite C cronica è ancora incerto.

Uno studio osservazionale di coorte ha valutato l'evoluzione clinica dei pazienti con epatite C cronica in base al loro stato di infezione occulta da virus dell'epatite B.

Dal 1991 al 2000, 326 pazienti con epatite C cronica negativi all’antigene di superficie per l'epatite B sono stati testati per infezione occulta da virus dell'epatite B dall'analisi degli estratti di DNA ottenuti dalla biopsia epatica.

In totale, 128 su 326 casi ( 39.2% ) sono risultati positivi a infezione occulta da virus dell'epatite B e 198 su 326 ( 60.8% ) sono risultati negativi.
94 pazienti su 326 ( 37 positivi a infezione occulta da virus dell'epatite B, 57 negativi ) sono stati seguiti per un tempo medio di 11 anni ( range 5-19 anni ).

Durante il follow-up, 79 pazienti su 94 sono stati sottoposti a trattamenti anti-HCV e 26 hanno raggiunto una risposta virologica sostenuta indipendentemente dal loro status di infezione occulta da virus dell'epatite B.

18 pazienti ( 13 su 37 positivi a infezione occulta da virus dell'epatite B, 5 su 57 negativi, P minore di 0.01 ) hanno sviluppato carcinoma epatocellulare.

Tra i 76 soggetti senza epatocarcinoma, 15 pazienti ( 8 su 24 positivi a infezione occulta da virus dell'epatite B, 7 su 52 negativi, P minore di 0.05 ) hanno sviluppato forme avanzate di cirrosi.

18 pazienti sono deceduti durante il follow-up e 2 si sono sottoposti a trapianto di fegato.

Gli individui positivi a infezione occulta da virus dell'epatite B hanno presentato un tasso di sopravvivenza cumulativa significativamente inferiore rispetto agli individui negativi ( P= 0.003 ).

I decessi per causa epatica si sono verificati più frequentemente nei pazienti positivi a infezione occulta da virus dell'epatite rispetto ai pazienti negativi ( 12 su 37 positivi a infezione occulta da virus dell'epatite B rispetto a 6 su 57 negativi, rispettivamente, P minore di 0.01 ).

Infine, la mancata risposta alla terapia anti-HCV è risultata significativamente associata a una sopravvivenza inferiore ( P=0.02 ).

In conclusione, tra i pazienti con epatite C cronica, gli individui con infezione occulta da virus HBV sono una categoria ad alto rischio di progressione verso la cirrosi, di sviluppo di epatocarcinoma, e presentano una più ridotta sopravvivenza. ( Xagena2013 )

Squadrito G et al, J Hepatol 2013; 59: 4: 696-700

Inf2013 Gastro2013



Indietro